Google+

lunedì 16 dicembre 2013

Alici e finocchietto...una pasta certosina!

Cari followers oggi dopo tanto tempo vi posto una ricetta che avevo in archivio da un mese, ma che a causa di forza maggiore non ho potuto pubblicare sin ora. Nell'ultimo periodo me ne son successe di tutti i colori, spero almeno che questi 15gg che restano dell'ormai vecchiotto 2013 siano sereni per me e per tutti voi!

Tornando al discorso "ricetta" questo è un altro piatto che ho assaggiato durante la cena per il mio anniversario (qui c'è il dessert) e che ho cercato di riprodurre tra i miei fornelli, credo che sia ottimo da servire anche durante un pranzo o una cena chic per deliziare i palati più delicati,  non avendo nulla da invidiare alle preparazioni dei rinomati chef italiani (mamma mia come sono modesta!!!).
Spero che vi piaccia, è semplice e veloce, a parte la pulizia delle alici ce è veramente luuuuuuuuuunga!
E allora buona preparazione!



mercoledì 6 novembre 2013

Riso all'orientale con pollo

Lo ammetto mi piace mangiare al cinese!
Mio padre non approva e se ci penso bene neanche io approverei! 
Ci sono tante storie che si sentono in giro, dicono però che siano leggende! Maaaaaa mai dire mai, a volte anche queste hanno un fondo di verità! Ad esempio io non credevo all'esistenza dei vampiri e invece devo ricredermi, ho tanti piccoli buchi sul mio corpo dai quali qualcosa a succhiato del sangue, mio marito dice che sono punture di zanzare ma io non le ho viste nè sentite ronzare, ergo chi mi dice che non siano vampiri?!
Reduce da questa esperienza per evitare altri brutti incontri (ad es. cani travestiti da coniglio...brrrr ho i brividi al pensiero) ho pensato di ridurre le cene al cinese (mai eliminare perchè lo adoro) e adattare qualche ricetta nella mia cucina con ingredienti riconoscibili e di sicura provenienza!
Tra queste ricette c'è il riso all'orientale con pollo che oramai è (stra)collaudata, proprio qualche giorno fa l'ho preparata per un pranzo con mia sorella che ne ha fatto manbassa
e mi ha chiesto con tono minaccioso perchè non fosse sul mio blog e allora ieri ho replicato e oggi la inserisco qui per tutti voi e per la gioia della sister!






venerdì 25 ottobre 2013

Canederli al vapore

Dopo tanti giorni di assenza a causa del lavoro, rieccomi qui! Questo posticino mi mancava, mi sentivo di aver abbandonato un pezzetto della mia vita! Ma ora vediamo di recuperare!

Oggi vi propongo un piatto che tempo fa credevo di aver improvvisato e diciamo "inventato" ma poi il magico Google mi ha illuminata istruendomi a dovere.
Quelle che io credevo delle polpette di spinaci sono in realtà una variante dei Canederli: un piatto tipico della cucina tedesca sudorientale, austriaca, ceca, slovacca, polacca, trentina e altoatesina (fonte: Wikipedia), quindi niente a che vedere con la mia terra!
Allora ho deciso di chiamarle con il loro nome, seppur questa sia una mia versione spuntata da un "riciclo" di pane  in un momento di magra della mia dispensa!
Devo dire che il brevetto ha avuto un buon successo ed ora è diventato un piatto tipico di casa mia!E' una ricetta cosiddetta "svuotafrigo" quindi ogni momento è buono per preparala! E' ottima sia d'inverno che d'estate perchè con le dovute accortezze e abbinamenti è perfetto in ogni stagione. 
In questo caso servo il piatto tiepido con la polpa di pomodoro, adatto al clima mite che qui in Calabria ci sta accompagnando dolcemente verso la fine ottobre.

Allora vediamo cosa ho fatto!



Ingredienti:

400g di mollica di pane raffermo
200g di spinaci sbollentati
50g di Parmigiano grattugiato 
20g di pecorino
2 uova
1 spicchio d'aglio
500g di polpa di pomodoro
2/3 cucchiai di olio evo
q.b. di latte
q.b. di sale
q.b. di pepe nero


Procedimento:


Con l'aiuto di un mixer riducete la mollica in briciole e  versatela in una ciotola. Sminuzzate gli spinaci (già sbollentati) con il coltello, e uniteli alla mollica, poi unite le uova, i formaggi e il pepe nero.
Salate e impastate con le mani.
In base all'idratazione dell'impasto  potrebbe essere necessario aggiungere un pò di latte, la quantità è molto variabile in quanto dipende da quanto è asciutto il pane e da quanto sgocciolate gli spinaci.
Continuate ad Impastare sino ad ottenere un bel composto compatto, poi formate delle palline poco più grandi di una noce e sistemateli nel contenitore scelto per la cottura al vapore. 

Io ho usato il Bimby ma qualunque altro sistema siate abituati ad usare va bene lo stesso.
Per velocizzare e ottimizzare i tempi in cucina potreste usare la classica griglia da posizionare sulla pentola per la cottura a vapore nella quale magari preparete la polpa di pomodoro

Per il pomodoro quindi tritate l'aglio e versatelo nel tegame insieme all'olio, lasciate soffriggere e aggiungete la polpa. Salate, pepate e coprite con un coperchio, lasciate cuocere per 30 min su fiamma moderata.

Se optate per il sistema di cottura a castello aggiungete mezzo bicchiere d'acqua alla polpa così da favorire la produzione di vapore ed evitare che questa possa attaccarsi sul fondo del tegame.


  • Procedimento per il Bimby:
Una volta preparate le palline sistematele nel Varoma.
Nel boccale versate l'olio e l'aglio, date 3 colpetti di turbo per sminuzzare l'aglio, raccogliendo con la spatola quello che rimane sulle pareti.
Fate soffriggere per 5 min. temp. 100° vel. 1, poi versate la polpa e un misurino di acqua, salate e pepate, 30 min. temp. Varoma vel. 1.
Posizionate il contenitore del Varoma con i canederli e coprite anche con un canovaccio in modo da rallentare la fuoriuscita del vapore.

Una volta cotti serviteli direttamente nel piatto da portata con qualche cucchiaiata di pomodoro.


Buon appetito!






mercoledì 2 ottobre 2013

Pollo al pompelmo

Se siete a dieta guardate un pò che vi suggerisco!
Eeeee se non siete a dieta va bene uguale perchè questo piatto è gustoso veloce e troppo facile da realizzare per non provarlo!!!



.


Ingredienti (per 4 persone):

1 kg di petto di pollo
1 pompelmo 
2 cucchiai di olio evo
2 foglie di lattuga
6 pomodori ciliegino
q.b. di sale


Preparazione:

Mettete una padella antiaderente sul fuoco a fiamma alta con un cucchiaio di olio, adagiateci le fette di pollo e lasciate rosolate per un paio di minuti per lato e salatelo.
Sfumate con il succo di mezzo pompelmo e lasciate cuocere per 5 min.  con il coperchio.
Scoperchiate e lasciate asciugare il liquido formatosi senza però far seccare troppo.
Nel frattempo preparate un'insalatina con i pomodorini,  la lattuga e il resto del pompelmo pelato a vivo e ridotto a pezzetti. Condite con un pò di olio e salate.

Tagliate il pollo a listarelle e servitelo con l'insalatina.

Buon appetito!

Visto? una sciocchezza ma comunque squisito!

Alla prossima!

venerdì 20 settembre 2013

Plumcake di grano saraceno con frutti di bosco e cocco

Ieri dopo pranzo e dopo i compiti (di prima elementare) mio figlio esordisce con una richiesta:
< Mamma, mamma facciamo un dolce? Dai che voglio aiutarti!>
Sappiate che il suo aiuto consiste nello schiacciare le uova sulla tavola, tipo frittata all inclusive (con il guscio), pesare gli ingredienti, mescolare con la frusta e soprattutto leccarla, più volte se è possibile!!!!
Ma come dire di no ad un'offerta di aiuto gratuita?! Così, deciso il dolce, organizzo gli ingredienti, ma  apro la dispensa e faccio un'amara scoperta...farina 0, semola rimacinata, farina di riso, farina di grano saraceno e farina di farro; 
e la farina 00 dov'è?
Sacrilegio!!! 
Ma oramai era troppo tardi per annullare il programma ed ho optato per la farina di grano saraceno effettuando le opportune modifiche ad una ricetta consolidata nella mia cucina.
Il risultato? Meglio di quanto potessi immaginare.
Spero che piaccia anche a voi!



Ingredienti:

giovedì 19 settembre 2013

Mousse di ricotta al caffè corretto

Pochi giorni fa è stato il mio anniversario di matrimonio e mio marito, romanticone, mi ha portato a cena in un bellissimo ristorante sul lungomare della mia città, con vista sul mare, lume di candela, rose e musica soft di sottofondo.
Tutto bellissimo ma di certo non poteva sfuggirmi la qualità e la bontà dei piatti che ci hanno servito; e naturalmente l'analisi logica e grammaticale di ogni portata, così seduta stante  ho deciso di provare a rifare ogni cosa, a partire dalla fine, il dessert.
Una mousse di ricotta con caffè e anice. Ed ora vi propongo il mio esperimento, veloce e di sicuro riuscitissimo!
La mia presentazione è più informale e vivace ma nessuno vi vieta di servirla nella classica coppa martini o in un  Tumbler. 
Vi avverto preparare questo dessert è davvero una gran fatica!!!





Ingredienti:

venerdì 13 settembre 2013

Crostini con pomodorini aromatici




Oggi vi voglio proporre un contorno che preparo spesso, soprattutto l'estate.  Sono dei pomodori sfiziosi che dopo la cottura sprigionano la loro dolcezza seppur abbinata all'aroma delle spezie. Sono un piatto versatile perchè potete usarli per fare delle piccole bruschette come ho fatto io, usarli come contorno a piatti di carne o pesce, condirci la pasta con l'aggiunta di qualche ricciolo di formaggio fresco tipo primo sale o aggiungerli dove più vi piace!
Per la preparazione stavolta mi sono cimentata a casa di mia mamma, ho preparato il pranzo nella sua cucina nuova di zecca, con un forno spaziale a dir poco (ora mi tocca fare un pò di pubblicità gratuita!). E' un Hotpoint Ariston chiamato Open Space  che può cucinare  in tre spazi diversi, vi spiego meglio!
E' un'unica cavità ma è divisibile in spazi di diverse dimensioni ciascuno con comandi indipendenti; c'è un divider isolante che permette di cucinare due portate separatamente con cotture diverse tra loro, è qualcosa di eccezionale per risparmiare tempo e denaro, per saperne di più cliccate qui.
Per testare le sue funzioni ho deciso di preparare questa ricetta così i pomodori hanno fatto da cavia!!!
Devo dire che a parte qualcuno un pò bruciacchiato sono venuti buoni come al solito, chi cucina sa che cambiare forno è sempre un rischio perchè le temperature non corrispondono mai a quelle segnate e questo devo dire che è stato very speedy!!!
Ma andiamo alla ricetta! 


Ingredienti:

1kg di pomodori ciliegino
1 spicchi d'aglio
q.b. di origano secco
q.b. di salvia secca
q.b. di sale
q.b. di olio evo
6/8 fette di pane

Preparazione:

Lavate i pomodori e tagliateli a metà nel verso della lunghezza.
Pulite l'aglio e tagliatelo a metà e sulla parte tagliata bucherellatelo con i rebbi di una forchetta perchè possa spigionare tutta la sua essenza . Prendete una teglia bella capiente dove i pomodori possano stare comodi, non devono accavallarsi, e sfregatela completamente con la metà d'aglio e poi ungetela con un filo d'olio.
Sistemateci sopra i pomodori poggiando la pelle sul fondo.
Salate e cospargete con l'origano e la salvia, fate un altro bel giro di olio e poi in forno preriscaldato a 200° per 20 min.




Cinque minuti prima di sfornare mettete le fette di pane a tostare e poi guarnitele con i pomodorini. 
Servite i crostini caldi.


Approfitto  di questo post per dirvi che una cara collega, Alessandra di Daisy Garden mi ha gentilmente omaggiato di un premio il Liebser Blog Awards.
Grazie, grazie e ancora grazie Alessandra!
Vi consiglio di visitare il suo blog perchè è veramente bello e consiglia un sacco di cose carine per decorare la casa.


Per ora è tutto!!!
A presto!

1° International Linky Party by Le passioni di Sara


Questo piccolo post è dedicato all'iniziativa di Sara del blog Le passioni di Sara, grazie a questa idea si conoscono altri blog e contemporaneamente facciamo conoscere il nostro, perchè tra i tanti blog poco noti chi vi dice che non c'è ne sia uno che vale la pena seguire?
Nel blog di Sara troverete recensioni di diversi prodotti, quindi se volete dei consigli a riguardo prego, accomodatevi nel suo spazio!



sabato 7 settembre 2013

Coppa tiramisù con mandorle e crema di pesche

Quando ho qualcosa da consumare è necessario che quei due neuroni che rimangono salvi e funzionanti dopo una giornata di lavoro si attivino per inventare qualcosa di buono! Non mi piace buttare niente, soprattutto di questi tempi.

Così le pesche e quei tristi savoiardi in fondo alla dispensa si sono trasformati in un ottimo dessert per un fine pasto in compagnia...ma anche da soli!  Effettivamente è così che è finita
io, la coppa, il cucchiaino ed un intero divano, tutto per me mentre il mondo dorme!

Ma non sono così egoista, il giorno dopo ho accontentato il resto della famiglia e non solo, anche i vicini di casa lo hanno gustato ed in cambio mi hanno regalato dei calzoni appena sfornati e allora che dire? Ne è valsa la pena!







Ingredienti:
200 g di savoiardi
250 g di latte di mandorla
80 g di mandorle a lamelle
  • Per la crema

200 g di pesche (già pulite)
200 g di latte
20 g di burro
100 g di zucchero
80 g di farina
  • Per il caramello
100 g di zucchero
1/2 limone, solo il succo


Preparazione:

Tagliate le pesche a pezzetti e versatele in un tegame, poi aggiungete il latte, lo zucchero e il burro, mettete il tutto sul fuoco a fiamma vivace, rigirando di tanto in tanto con una frusta, lasciate riscaldare il composto ma senza farlo bollire.
Nel frattempo setacciate la farina e poi unitela poco alla volta al latte sempre rigirando con la frusta, facendola assorbire pian piano. Una volta che tutta la farina è stata aggiunta abbassate la fiamma e sempre mescolando lasciate addensare.

Verste la crema in una ciotola e copritela con un pò di pellicola che deve aderire alla superficie.
Lasciate raffreddare bene e nel frattempo preparate il caramello per la decorazione.


Versate lo zucchero e il succo del limone in una padella e mettetela sul fuoco a fiamma bassa. Appena lo zucchero comincerà ad imbrunire roteate la padella per evitare che quello ai lati bruci, dato che cuoce prima; è preferibile non usare il cucchiaio per rigirare il caramello.
Quando assume quel bel colore bruno, spegnete il fuoco. Questa è una fase molto delicata perchè se lo lasciate qualche minuto in più si brucia e diventa amaro.
Versate subito il caramello su della carta forno facendolo cadee a filo e dategli la forma che più vi piace per la decorazione. bastano pochi istanti perchè si indurisca.

Ora componiamo il dolce.

Mettete la crema in una sac a poche con beccuccio liscio e ampio per lasciar passare i pezzetti di pesche.
Sul fondo della coppa versate un pò di crema, bagnate i savoiardi nel latte di mandorle e create uno strato di biscotti poi ancora un pò di crema e qualche lamella di mandorla e di nuovo savoiardi inzuppati e così via fino ad esaurire gli ingredienti.


Lasciate riposare almeno 4h in frigo coprendo le coppe con la pellicola.

Prima di servire decorate con le lamelle di mandorla e il caramello.




lunedì 2 settembre 2013

Premio dell'amicizia: ONE LOVELY BLOG AWARD

Questo post è per dirvi che oggi  ho ricevuto il mio primo premio dell'amicizia concessomi gentilmente da Chiara (che ringrazio affettuosamente) del blog Bio-logicamente, logicamente-Bio!
Un'idea carina per far conoscere qualcosa di noi perchè dovrei raccontarvi 7 piccoli segreti o comunque qualcosa di personale e poi taggare altri 5 blog a cui girare il premio a mia discrezione!
Siete pronti a scoprire i segreti più oscuri della mia anima? :)





Se siete curiosi cliccate su ---> Continua a leggere .... 

venerdì 30 agosto 2013

Torta crumble con fichi e frutti di bosco

Rieccomi qui, dopo le ferie all'insegna del relax e del buon cibo! Sono carica e come sempre piena di buoni propositi per settembre e i mesi a venire, propositi che puntualmente finiranno come ogni anno in posti a me sconosciuti tanto da non riuscire più a ritrovarli!!! 
Il primo proposito che non voglio smarrire è quello di riuscire a caricare sul blog tutte le ricette arretrate e cominciamo con questa fantastica torta!
Due impasti e due consistenze, morbida sotto e croccante sopra e all'interno il dolce dei fichi e l'aspro dei frutti di bosco. 



Ingredienti:


  • Per la pasta frolla
200g di farina
100g di zucchero
100 g di burro freddo a cubetti
2 tuorli
1 pizzico di sale
1 limone solo la scorza

  • Per l'impasto morbido
2 uova
160g di zucchero
130g di burro morbido
200g di farina
1/2 bustina di lievito
1/2 bacca di vaniglia
1 limone solo la scorza
80g di latte

  • Per la farcitura
4 fichi maturi
180 g di frutti di bosco misti




q.b. di burro e farina per la teglia





Preparazione:

Per prima cosa preparate la pasta frolla.
Disponete la farina a fontana e aggiungete tutti gli ingredienti,  amalgamate tutto e lavorate velocemente lasciando l'impasto sbriciolato, non compattatelo.
Rivestite una teglia con della carta forno e versateci sopra le briciole di pasta frolla, riponetela in frigo per tutto il tempo che servirà per preparare il resto della torta. 

Per l'impasto morbido, in una ciotola sbattete con le fruste le uova con lo zucchero, poi unite il burro e la scorza del limone.
Amalgamate bene e unite i semini della bacca di vaniglia, poi il latte e continuate a lavorare l'impasto con le fruste, in fine aggiungete la farina, setacciata precedentemente, poco alla volta, sino ad ottenere un composto omogeneo e molto denso.

Imburrate e infarinate lo stampo, versate dentro l'impasto e stendetelo uniformemente con un cucchiaio.
Sistemate la frutta uniformemente e ricoprite tutto con le briciole di pasta frolla.


Infornate nel forno preriscaldato a 170° per 40 minuti, potrebbe essere necessario allungare un pò il tempo di cottura per altri 5/10 min, dipende dal grado di umidità della frutta, in questo caso coprite la superficie con un foglio di alluminio per non rischiare di imbrunire il crumble.


Sfornate la torta e lasciatela raffreddare su una gratella.

Potete servirla per colazione, per merenda o come fine pasto accompagnata da un pò di panna semimontata o da una crema alla vaniglia non troppo soda.




mercoledì 14 agosto 2013

Chiuso per ferie




Finalmente vado in ferie!!! 
In questo periodo non credo di pubblicare nulla dato che avrò la connessione solo dal cellulare, magari riuscirò a fare qualche piccolo intervento, ma non vi prometto nulla ;)!
Ma torno presto!!!

Buon Ferragosto a tutti e buone vacanze me!!!


Ciaooooooooo

martedì 13 agosto 2013

Bottino silano

Quando vado in Sila torno a casa sempre con le mani piene che trabboccano di aria fresca, tranquillità, lunghe passeggiate, foto e buon cibo e stavolta non poteva essere diverso.
Lasciato in città un caldo afoso, la brezza fresca della Sila Piccola ti obbliga con piacere ad indossare un cardigan e non puoi fare a meno di caricare a pieno i polmoni più volte prima di renderti conto del senso di piacere.




sabato 10 agosto 2013

Rolls di zucchine al formaggio e salmone

Degli allegri e vivaci rolls di zucchine per un aperitivo o un antipasto...mordi e fuggi. Da imboccare velocemente così come velocemente si preparano!

Rolls di zucchine al formaggio e salmone


giovedì 1 agosto 2013

Carpaccio marinato con rucola e mango

Non so voi ma io non riesco a mangiare la carne completamente cruda, mi da un non so che di carnivoro!!! 

Aaagrrr!!!
(se non lo avete capito era il verso del leone!)

Per questo la cuocio sempre, anche quando compro il taglio per il carpaccio che in realtà andrebbe mangiato a mo' di leone (crudo); e allora perchè non cambiare taglio? direte voi! 
Sembra non avere senso questa cosa ma in realtà per me ce l'ha dato che il carpaccio lo lanci in padella ed è subito cotto e tenero...si taglia con un grissino, e per i miei bambini è proprio l'ideale.

Ma questa volta l'ho preparato in maniera diversa... per i "GRANDI", e i 40°C all'ombra di questi giorni hanno influito notevolmente sulla mia vena culinaria!


Carpaccio marinato con rucola e mango

mercoledì 31 luglio 2013

Nuovo Link Party!

Eh si!!!
Partecipo ad una nuova iniziativa, questa volta promossa da Federica del blog The fashion pancake!


E' un modo per farmi conoscere e farvi conoscere...fatelo anche voi! 


ciaoooo alla prossima!!!

mercoledì 24 luglio 2013

Torta con le zucchine

Veloce da preparare, gustosa, ricca e soprattutto da mangiare con le mani, sulla spiaggia, per un pic-nic in montagna o semplicemente con una bella birra sul divano mentre si segue lo sport preferito!



Ingredienti:

250g di pasta sfoglia integrale
2 uova
200 g di panna da cucina
25g di Parmigiano grattugiato
50 g di formaggio svizzero
1 spicchio d' aglio
q.b. di noce moscata
q.b. di pepe
q.b. di sale
3 zucchine
2 cucchiai di olio evo
q.b. di burro e farina per la tortiera

venerdì 19 luglio 2013

Trofie all'italiana

Siamo in piena estate e  puntualmente sento il bisogno di uscire di casa al mattino presto quando l'aria ancora non è sopraffatta dall'afa e anzi si avverte una piacevole brezza che ti invita a respirare a pieni polmoni, faccio un giro in bici e intorno a me tutti gli orticelli sono vivi di colori e di abbondanza, tutto il faticoso lavoro e la dedizione dei mesi passati sono ora ricompensati con meravigliosi frutti.
Come ogni mattina la vicina ha imbandito il banchetto dove vende il suo raccolto e tra le tante prelibatezze di stagione scorgo dei meravigliosi grappoli di pomodori rossi e succosi e basilico profumato, niente di meglio per preparare un buon primo, fresco, veloce e poco calorico.
E allora... vediamo come ho fatto!!!



sabato 13 luglio 2013

Crostata fresca con fragoline di bosco e crema al cocco

Qualche giorno fa mio suocero di ritorno dalla casa in montagna mi ha portato un fantastico dono: delle fragoline di bosco.

Appena le ho viste il mio cervello è andato in confusione...a causa delle tante le idee per impiegarle! Ma alla fine a causa della scarsità degli ingredienti disponibili in casa mi son dovuta ingegnare e "accontentare" di una crostata fresca e morbida, dove l'aspro delle fragoline si incontra con la dolcezza della crema al cocco e la morbidezza della base! Mmmm chi ne vuole un pezzo?



Ingredienti:
  • Per la base (tortiera da 26 cm Ø)
80 gr di burro a temperatura ambiente
80 gr di zucchero
2 uova
150 g di farina
1 limone, solo la scorza / oppure 1 bustina di vanillina
1/2 bustina di lievito
10/15 g di latte

  • Per la crema
500 g di latte 
100 g di farina
100 g di zucchero
20 g di burro
1 uovo
50 g di farina di cocco

  • Per la guarnizione
250 g di fragoline di bosco
q.b. di farina di cocco
q.b. di zucchero a velo
q.b. di scaglie di cioccolato fondente

giovedì 4 luglio 2013

Il Primo 'BlogLovin Linky Party' su "c'è crisi, c'è crisi"

Anche io partecipo al BlogLovin Linky Party su c'è crisi, c'è crisi, è un modo per  conoscere altri blog e far conoscere il proprio, aumentando i followers su Bloglovin. 

Cliccate sull'immagine per partecipare!


 

E vi consiglio di dare un'occhiata al resto perchè si possono imparare tante cose per migliorare il blog!

martedì 2 luglio 2013

Chips di zucchine

Quando si riceve qualcosa in regalo è scortese dire di no! Così quando mi hanno regalato chili e chili di zucchine non potevo rifiutare, ma mangiarle tutti i giorni e allo stesso modo... che noia! Così mi son dovuta ingegnare per poter variare almeno la modalità di preparazione. 

Tra le varie ricette quella assolutamente più gradita, tanto da conquistare l'ometto di casa, che non mangia zucchine neanche a pagarlo, è stata la chips! Non c'è stato neanche bisogno di pagarlo, ha fatto tutto da solo e gratis!!!



Ingredienti:

1 kg di zucchine bianche
q.b. di farina
q. di sale
1/2 l di olio di semi di arachidi


Preparazione:

Lavate e mondate le zucchine privandole delle estremità, qualora fossero troppo ricche di semi privatele della parte centrale, e poi tagliatele a fette sottili.
Mettete della farina in un recipiente bello alto, o meglio ancora in un busta del congelatore, e infarinate le fettine di zucchina.

Versate l'olio in una padella e accendete il fornello a fiamma viva, raggiunta la temperatura adatta (fate la prova con un pezzetto di zucchina, deve fare le bollicine) versate una parte di zucchine e fatele dorare sempre a fiamma viva.
Scolatele e sistematele su della carta assorbente e poi aggiustate di sale.
Procedete allo stesso modo finché non avrete esaurito il quantitativo.

E' importante non affollare la padella perchè si rischia di abbassare troppo la temperatura dell'olio ottenendo quindi un risultato molliccio, se è chips deve essere croccante!

Servitele calde.

Alla prossima!


lunedì 1 luglio 2013

Seguitemi su Bloglovin'

Da oggi Google Reader chiude i battenti e verrà completamente sostituito da Bloglovin'. Anche se non l'avevo mai usato Google Reader, perchè amo la bacheca di Blogger, ho pensato che gli appassionati, invece, vorranno aggiornarsi e per sembrare anche io una modaiola mi sono iscritta! Naturalmente se vi va potete seguire il mio blog con questo nuovo strumento restando aggiornati sui miei post, potete farlo cliccando su questo bottone:

Follow on Bloglovin


Non vi preoccupate di perdere le altre iscrizioni perchè con la registrazione potete scegliere se importare automaticamente tutti i siti che seguivate già .

sabato 29 giugno 2013

Sciroppo di limone

Sciroppo di limone

Ricordo che a casa, quando ero piccola, con l'arrivo del caldo, non mancavano mai in dispensa gli sciroppi di frutta o menta da miscelare con l'acqua per realizzare delle gustose bevande. 
Quelle bottiglie di sciroppo erano sempre lì ferme ad aspettare che qualcuno si accorgesse di loro perchè in realtà non si usavano spesso ma dovevano esserci in casa, perchè in caso di ospiti improvvisi erano il salvagente di mia madre qualora il frigo fosse sfornito di bevande. L'acqua fresca non mancava mai e così, un goccio di sciroppo e la bevanda era bella che fatta, servita in dei grossi bicchieri, un bel vassoio e si sorseggiava sul terrazzo godendo della brezza estiva!

Oggi per mia mamma la moda dello sciroppo è passata ma per quanto mi riguarda no! Ho deciso che una bottiglia va tenuta nella dispensa, questa volta però di casa mia, ed essendoci un'abbondanza di limoni, tra i tanti modi di impiegarli oggi ho deciso di preparare proprio uno sciroppo di limone da miscelare all'occorrenza con un pò di acqua gassata e servire con una foglia di menta!

Il mio sciroppo...è un piacere tenerlo in dispensa!

venerdì 28 giugno 2013

Brioches e cornetti soffici

Gelato e brioche, latte di mandorla e brioche, granita e brioche, brioche ripiena con marmellata... e quanti altri abbinamenti?
La brioche semplice,  si può gustare in diversi modi, basta un pò di fantasia e un pizzico di golosità ;)
E' una preparazione che oramai troviamo in ogni bar italiano perchè ottima da accompagnare con il caffè o un cappuccino per una colazione senza paragoni!


Con lo stesso impasto realizzo anche dei piccoli cornetti che farcisco a piacimento (generalmente crema alle nocciole o marmellata di ciliege) o delle treccine, cambia la forma ma la morbidezza e il sapore no!



Ingredienti:

500 g di farina 0
150 g di latte
30 g di latticello
120 g di burro
2 uova 
130 g di zucchero
1 limone non trattato, solo la scorza
1 bustina di vanillina
200 g di lievito madre o 25 g di lievito di birra
1 pizzico di sale

martedì 25 giugno 2013

Cassata siciliana nuda (con canditi di frutta esotica)

Oggi vi propongo una rivisitazione personale della famosa Cassata siciliana. 

Per tradizione la Cassata si presenta come una torta composta da pan di Spagna, pasta reale, crema di ricotta e frutta candita, ma ne esistono molteplici varianti.


La mia versione è più veloce della classica ma comunque gustosa, oltre alle ciliege candite l'ho arricchita con frutta esotica candita che le da un tocco nuovo. E' un dessert adatto per un fine pasto, da servire ai vostri ospiti in coppetta, magari accompagnato da cialde o da un pò di granella di frolla croccante.



Cassata siciliana nuda




Ingredienti

400 g di ricotta di pecora
120 g di zucchero a velo

martedì 18 giugno 2013

Il latticello (o buttermilk) un magico ingrediente!

Latticello (immagine da web)

Spesso nelle ricette di dolci o impasti lievitati derivanti dalla cucina americana o anglosassone troviamo tra gli altri ingredienti anche il latticello.
Questo misterioso intruso che si insinua nella nostra cucina non una novità, anzi, di certo qualche nonnina di campagna lo conoscerà benissimo! Non è altro che lo scarto acido che si ottiene dalla lavorazione della panna cruda fermentata che centrifugata si divide in due sostanze diverse da un lato il burro e dall'altro il latticello.

lunedì 17 giugno 2013

Fiumefreddo Bruzio ospite di "Un paese alla volta"




Anche se oramai non vivo più nel paesino dove sono cresciuta, Fiumefreddo Bruzio è sempre e comunque nel mio cuore, come si suol dire il primo amore non si scorda mai e sentirne parlare in televisione a livello regionale mi fa tanto piacere e mi riempie di orgoglio.

Proprio venerdì  mattina, per l'ultima puntata di Buongiorno Regione la rubrica, con cadenza settimanale, "Un paese alla volta" ha ospitato, per l'appunto, Fiumefreddo Bruzio.



Ma per chi non è calabrese o non ha visto il programma o non conosce Fiumefreddo (Jiumifriddu in dialetto calabrese) ecco qui il link della puntata, guardatela ne vale la pena.


mercoledì 12 giugno 2013

Risotto alla barbabietola (o rapa rossa)

Come utilizzare la rapa rossa? I modi sono tanti e io vi propongo il mio: un risotto bello da vedere e saporito  se si aggiungo gli ingredienti giusti! Vediamo cosa ho combinato!

Risotto alla barbabietola (o rapa rossa)



Ingredienti:

250g di riso 
3 barbabietole precotte
80g di ricotta secca affumicata
100 g di  salsiccia calabrese affumicata
1 cipollotto
1 spicchio d'aglio
1/2 mecchiere di vino bianco
1.5 l di brodo vegetale
1 mazzetto di prezzemolo 
1 noce di burro
q.b. di pepe
q.b. di olio evo
q.b. di sale


Preparazione:

Per prima cosa eliminate le parti dure che rivestono la rapa, poi tagliatela in cubetti molto piccoli.